Sala "da Stalla"

 

Nell'ottobre 2012 la "sala da pranzo" del ristorante "Nautilus", sito al primo piano della più famosa pasticceria viene stravolta e completamente trasformata per dare vita ad un nuovo format, da anni nel cassetto.

Le mura vengono traformate, graffiate, maltrattate sino a diventare materiche.

I tavoli ricavati da tavole di legno, per consentire agli ospiti di far scorrere, le mani, gli occhi, lungo il legno nudo, l'odore, l'essenzialità, richiamandola all'unicità della tavola.

La parola nuova è "TRASFORMAZIONE", da "sala da pranzo Gourmet" a "sala da stalla"... da "radical chic" a un pragmatico "cibo per tutti"... senza allontanarsi dalla tradizione, dalla storta, dalla qualità. Tutti gli elementi, come questo scritto, sono stati concepiti dall'estro di Francesco e da esso fisicamente creati, nota essenziale affinchè, la passione, l'idea, il sogno si trasmettessero dalle mani alla materia e da esse alla vecchia "sala da pranzo" affinchè potesse nuovamente esprimersi, parlare e comunicare la filosofia di Ciccio Porcello che permane immutato nel senso di trasformazione.

Da questo progetto di "incontro e condivisione" nasce Ciccio Porcello dove il cibo e tradizione, amore per il territorio e per gli uomini che quotidianamente, caparbiamente, danno vita ai loro sogni facendo si che la tradizione continua ad essere "imprinting" e fonte di cultura primaria.

Francesco D'Alena